Fondazione Teatro alla Scala
Pubblica amministrazione

PROCEDURA APERTA TELEMATICA EX ARTT. 54, 58 E 60 DEL D.LGS. N. 50/2016 PER LA FORNITURA E LA GESTIONE DEL SISTEMA DI BIGLIETTERIA INFORMATIZZATA PER LA VENDITA DI BIGLIETTI E ABBONAMENTI RELATIVI AGLI SPETTACOLI ORGANIZZATI DALLA FONDAZIONE.

Oggetto: PROCEDURA APERTA TELEMATICA EX ARTT. 54, 58 E 60 DEL D.LGS. N. 50/2016 PER LA FORNITURA E LA GESTIONE DEL SISTEMA DI BIGLIETTERIA INFORMATIZZATA PER LA VENDITA DI BIGLIETTI E ABBONAMENTI RELATIVI AGLI SPETTACOLI ORGANIZZATI DALLA FONDAZIONE.
Tipo di fornitura:
  • Beni
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di valutazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 2.867.500,00
CIG: 8996449891
Stato: In svolgimento
Centro di costo: Biglietteria
Data pubblicazione: 03 dicembre 2021 12:40:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 13 gennaio 2022 15:00:00
Data scadenza: 20 gennaio 2022 15:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • DGUE_ALLEGATO B
  • MODELLO 1) ISTANZA PARTECIPAZIONE
  • MODELLO 2) DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE (2)
  • Documento di Identità
  • Contributo ANAC
  • Cauzione - Fidejussione + eventuale Certificazione
  • Eventuale - Ulteriori documenti integrativi
  • PassOE
  • Modello 5) dichiarazione_imposta_di_bollo (1)
  • Eventuale - MODELLO 3) Avvalimento_dichiarazioni integrative impresa ausiliaria (2)
  • CAPITOLATO SPECIALE D’APPALTO sottoscritto digitalmente dal Concorrente per accettazione.

Pubblicazioni ai sensi dell'art. 29 D.lgs. 50/2016

Nome Data pubblicazione Categoria
Seduta pubblica_Apertura buste amm.ve_Biglietteria Informatizzata_ID 121 20/01/2022 16:00 Altri Documenti

Elenco chiarimenti

Chiarimento n. 1

Domanda:

ID 187 - In relazione al documento Disciplinare di Gara 6.3 – Requisiti di capacità tecnico-professionale, punto G) , si chiede se il possesso della Certificazione qualità UNI EN ISO 9001:2015 sia da considerarsi a pena di esclusione. Inoltre si chiede se il possesso della Certificazione ISO 27001:2013 può essere considerato titolo equivalente.

Risposta:

Si rinvia all’art.6 - REQUISITI SPECIALI E MEZZI DI PROVA del Disciplinare di gara, a norma del quale ”i concorrenti, a pena di esclusione, devono essere in possesso dei requisiti previsti nei commi seguenti”, pertanto, anche il requisito di cui alla lettera G) dell’art. 6.3. - REQUISITI DI CAPACITÀ TECNICO – PROFESSIONALE consistente nel “ possesso della Certificazione qualità UNI EN ISO 9001:2015 “, è previsto dal citato Disciplinare a pena di esclusione.

In merito, il possesso della Certificazione ISO 27001:2013 non può essere considerato titolo equivalente. 

Chiarimento n. 2

Domanda:

ID 188 - 1. In relazione al punto Capitolato Speciale 1.Caratteristiche tecniche del Capitolato Speciale, relativamente ai volumi dichiarati, si chiede di poter avere indicazione dei volumi di unità dei volumi di incasso differenziati per canale di vendita e per prodotto biglietti/abbonamenti.

Risposta:

Si precisa che la tabella di cui al punto 1 del Capitolato descrive la suddivisione principale delle vendite di biglietti (sia del Museo che del Teatro) fra i due principali canali: biglietteria fisica / vendita da remoto (online, punti vendita, call center). 
All’interno del dato di vendita da remoto, le vendite online (webshop) sono preponderanti, gli altri due canali (punti vendita e call center) producono, ciascuno, meno dello 0,5% delle emissioni e degli incassi.
Per quanto riguarda gli Abbonamenti, la vendita nel 2019 è stata effettuata principalmente in biglietteria fisica (95%) e solo in maniera residuale online (5%). I dati più recenti della campagna abbonamenti 2021/2022 in corso mostrano un incremento della percentuale online (13%). I dati relativi al call center (introdotto recentemente) sono indicati in riscontro al quesito ID 190.

Chiarimento n. 3

Domanda:

ID 189 - 2. Nel paragrafo 4. Canali di Vendita non si trova riferimento al S.T.V., ma nel paragrafo 14. Servizio Telefonico di Vendita si fa esplicito riferimento ad attività di vendita attraverso questo canale. Si richiede di confermare che le vendite attraverso Servizio Telefonico di Vendita sono ricomprese nel volume di vendita online nello scheda sintetico al punto 1.

Risposta:

Si conferma.
 

Chiarimento n. 4

Domanda:

ID 190 - 3. Per maggiore chiarezza, si richiede, qualora il canale di vendita telefonico fosse effettivamente un canale di vendita, di poter avere i dati del volume annuo di biglietti/abbonamenti oltre al dato del volume annuo medio di incasso generati da questo canale.

Risposta:

Si riportano nella tabella sottostante i dati richiesti.

 CALL CENTER ABBONATI

N

Importo

Abbonamenti

817

  652.674 €

Biglietti

341

  147.775 €

Totale

1158

  800.449 €

Chiarimento n. 5

Domanda:

ID 191 - 4. Capitola di Gara punto 12. Fornitura Hardware e Software – 1 Totem elettronico di vendita: si chiede se il totem è già in dotazione della Fondazione e se dunque sia necessario prevedere l’integrazione con il sistema offerto ovvero se il Concorrente debba fornire una soluzione hardware integrata con il proprio sistema di biglietteria.

Risposta:

Si precisa che il totem non è in dotazione, occorre prevederne la fornitura hardware, software e manutenzione.

Chiarimento n. 6

Domanda:

ID 192 - 5. In relazione al punto Capitolato Speciale 12. Fornitura Hardware e Software – n.2 Totem elettronici di registrazione: si chiede di specificare come per il punto precedente se occorra fornire anche questo hardware o se occarra esclusivamente integrare il sistema offerto.

In caso di fornitura, si chiede di meglio descrivere il caso d’uso specifico:
A)    Dove intendete posizione i totem?
B)    Volete utilizzarli per far creare al cliente un’anagrafica indipendente dal processo di acquisto? 
C)    Il software di gestione cose a sportello è già in uso da parte della Fondazione oppure occorre fornirlo?

 

 

Risposta:

Si comunicano di seguito i riscontri.
Attualmente i totem sono forniti dal fornitore del servizio di biglietteria.
A)    I totem sono posizionati in 2 locali della Biglietteria del Teatro.
B)    Risposta affermativa.
C)    Attualmente è già in uso un software di gestione code a sportello ma accorrerà fornirne uno nuovo ed integrato.

Chiarimento n. 7

Domanda:

ID 194 - 7. In relazine al Capitolato di Gara punto 16. Migrazione chiediamo di ricevere indicazione sul volume dei dati da migrare per tipologia di dato, a titolo esemplificativo non esaustivo, contatti, vendite stagione passata, voucher Covid, etc)

Risposta:

Si riportano i dati aggiornati al 9 dicembre 2021:
- Tabella anagrafiche: 461.383 righe, 27 colonne, dimensione 135 MB
- Tabella transazioni (2017-2021): 3.135.846 righe, 78 colonne, dimensione 9,7 GB
- Tabella abbonamenti (ratei): 551.755 righe, 31 colonne, 550 MB
Ci sono poi tabelle  “di raccordo” per i compratori, le modalità di pagamento, etc..

RIEPILOGO VOUCHER ATTIVI al 09/12/2021

N

IMPORTO

Voucher Biglietti

8.903

1.948.871,60 €

Voucher Abbonamenti

1.801

1.086.117,21 €

TOTALE

10.704

3.034.988,81 €

Chiarimento n. 8

Domanda:

ID 195 - Nel Disciplinare di Gara punto 3. Oggetto, importo e caratteristiche dell’appalto si fa riferimento al fatto che oltre al corrispettivo percentuale soggetto a ribasso non sarà possibile applicare nessuna ulteriore commissione sulle vendite online. Nel punto 8.2 Gestione degli incassi del Capitolato di Gara, si fa riferimento alle commissioni di servizio, specificando che il Fornitore sarà remunerato dalle commissioni di servizio derivanti dall’esito di Gara e che le commissioni saranno a carico del Teatro.

A)    Si chiede di confermare che la remunerazione del Fornitore aggiudicatario della Gara passerà attraverso una commissione di servizio aggiuntiva rispetto al diritto di prevendita, che tale commissione di servizio sarà applicata solo sui canali diversi dalla biglietteria locale e che sarà concordata con la Fondazione (come esito della gara).
B)    Si chiede di confermare altresì che il Fornitore potrà trattenere alla fonte l’importo di detto corrispettivo/commissione di servizio.
 

Risposta:

Si comunicano di seguito i riscontri.
A) Si conferma.
B) Come specificato dal capitolato, l’importo viene fatturato separatamente e saldato con le modalità e tempistiche concordate tra Fornitore e Fondazione.

Chiarimento n. 9

Domanda:

ID 196 -  In riferimento a quanto espresso nel Capitolato “Il Soggetto Aggiudicatario accetta senza riserve o condizioni che il Teatro mantenga l’assoluto e insindacabile potere di governance - oltre ad essere messo in condizione di poter intervenire autonomamente nelle attività ordinarie concordate - sul servizio di biglietteria e sui canali di vendita e, in particolare, in via esemplificativa ma non esaustiva: prezzi dei biglietti e degli abbonamenti, condizioni di agevolazione per alcune categorie di pubblico, criteri di definizione del best seat per le vendite online, politiche e tempi di vendita, scelte relative alla possibilità o meno di escludere settori, singoli posti, o prodotti dalle vendite online, scelte relative ai Punti vendita da utilizzare”: si chiede di chiarire se il Soggetto Aggiudicatario sarà incaricato anche delle attività di parametrizzazione del Sistema per l’avvio di ogni stagione, in forma di servizio, riservandosi il Teatro esclusivamente la facoltà di intervenire in caso di attività ordinarie o se, piuttosto, il personale incaricato del Teatro sarà formato dal Soggetto Aggiudicatario per raggiungere, in un arco temporale condiviso, una piena e completa autonomia di parametrizzazione oltre che di operatività ordinaria sul sistema.

Risposta:

Si conferma che il Soggetto Aggiudicatario sarà incaricato anche delle attività di parametrizzazione del Sistema per l’avvio di ogni stagione, secondo le indicazioni specifiche del Teatro, il quale potrà intervenire sulle attività anche in modo autonomo.

Chiarimento n. 10

Domanda:

ID 197 - Capitolato Speciale, punto 2.15 Funzioni/ emissione di biglietti con Iva pre-assolta: si chiede di specificare cosa si intende per “creazione di un documento di fattura” e qual è la richiesta specifica in merito ovvero se si richiede solo la copia di cortesia della fattura elettronica (laddove necessaria l'emissione di fattura elettronica) oppure anche l'XML.

Risposta:

Si richiede sia la copia di cortesia della fattura elettronica, quando necessaria, sia il formato XML, quando necessario per la trasmissione dei dati al gestionale di amministrazione, da integrarsi con il sistema di biglietteria.
 

Chiarimento n. 11

Domanda:

ID 198 - Capitolato Speciale, paragrago 9. Reportistica, in relazione al punto “voucher emessi, riscossi e residui per periodo di emissione, tipologia (abbonamenti o biglietti), cliente o periodo di validità”: si chiede di specificare cosa si intende per voucher e quali casi d’uso coprono.

Risposta:

Per voucher si intendono documenti validi come conferma del diritto a godere di specifici servizi, indicati nei voucher stessi e già pagati. Sono voucher i crediti non fruiti dagli abbonati per spettacoli annullati durante la pandemia. Il voucher diventa quindi uno strumento di pagamento, in fase di riscossione dello stesso in cambio di altri servizi/prodotti.
Si richiede di prevedere anche la vendita e gestione di Gift Voucher, riscuotibili nel webshop su determinate tipologie di acquisto.

Chiarimento n. 12

Domanda:

ID 199 - Capitolato Speciale, paragrafo 10. INTEGRAZIONI E INTERFACCIABILITÀ, in relazione al punto “10.2 il software gestionale delle attività di produzione della Fondazione, per l’importazione dei dati di calendario (in un processo assistito alla creazione di nuove piante), sulla disponibilità all’affaccio in sala dal Museo e altre informazioni sugli spettacoli individuate dal Teatro, anche su dati storici delle Stagioni passate”: si chiede di ricevere maggiori dettagli in merito all’integrazione richiesta (per quali funzioni sarà il master il gestionale delle attività di produzione e per quali sarà master il sistema di ticketing) e di specificare con esempi pratici i diversi casi d’uso.

Risposta:

Il gestionale delle attività di produzione è master del calendario degli spettacoli (date, orari, titoli, codici produzione, altre info da selezionare). Il sistema di biglietteria recepisce queste informazioni dal gestionale di produzione e le utilizza per la creazione degli eventi da vendere. Il sistema di biglietteria è master dei dati di presenze e vendite per spettacolo, informazioni recepite dal gestionale di produzione per altri tipi di attività proprie.
Esempi di utilizzi previsti sono:
- caricamento spettacoli della nuova stagione, una volta all’anno, con chiamata/richiesta per importazione dei dati degli spettacoli (titoli, date, orari, descrizione) dal gestionale;
- verifica della disponibilità della sala per le visite guidate e gli affacci del Museo Teatrale (chiamata anche in tempo reale);
- importazione di dati di budgeting sugli spettacoli dal sistema gestionale per integrazione nella reportistica
- restituzione di dati di incasso degli spettacoli (spacchettati e aggregati secondo necessità) al sistema gestionale per finalità amministrative, contabili e statistico/previsionali.
 

Chiarimento n. 13

Domanda:

ID 200 - Capitolato Speciale, paragrafo 14 SERVIZIO TELEFONICO DI VENDITA, in relazione al punto in cui si afferma che “in caso di abbonamenti si prevede la possibilità di invio in formato elettronico o di spedizione del tagliando d’abbonamento in formato cartaceo tradizionale”:

A)    chi effettuerà la spedizione? Il Soggetto Aggiudicatario o il Teatro? 
B)    In caso sia un servizio richiesto al Soggetto Aggiudicatario, sarà autorizzato ad aggiungere i costi di spedizione a carico del cliente finale a remunerazione di tale servizio e in misura concordata con la Fondazione?

Risposta:

Di seguito i riscontri.
A)    La spedizione sarà effettuata dalla Fondazione.
B)    Vedasi risposta lettera A.

Chiarimento n. 14

Domanda:

ID 201 - Si richiede la possibilità di poter ricevere la pianta del Teatro che occorrerà mappare, in vista delle eventuali attività operative necessarie per la realizzazione del progetto tecnico da presentare in gara.

Risposta:

Vedasi allegato “Chiarimento ID 201_TeatroallaScala.21.22” pubblicato nella sezione “Documenti di gara”.

Chiarimento n. 15

Domanda:

ID 193 - 6. In relazine al Capitolato di Gara punto 14. Servizio Telefonico di Vendita formuliamo le seguenti domande:

a) Qual è la % di chiamate distinte tra Inbound/outbound e la % di email gestite distinte tra Inbound/outbound, su base annuae per tipologia di numero dedicato Teatro/Museo?

b) Qual è la % di chiamate in arrivo al call center per lingue parlate e la % di email gestite dal call center per lingue parlate negli ultimi tre esercizi?

c) Qual è numero per anno di chiamate e di e-mail di richieste di prenotazioni e di prenotazioni concluse (servizi amministrativi di back office)?

d) Si richiede di fornire indicazioni sulla distribuzione settimanale delle chiamate ( Lunedì %, Martedì %, Mercoledì %, Giovedì%, Venerdì%, Sabato%, Domenica%) e sulla distribuzione settimanale delle email ( Lunedì %, Martedì %, Mercoledì %, Giovedì%, Venerdì%, Sabato%, Domenica%)

e) Qual è il Tempo medio di durata della chiamata per tipologia di utenza (privati; gruppi scuola; agenzie e tour operator)?

f) Qual è il tempo medio di lavorazione di una pratica via e-mail per tipologia di utenza (privati; gruppi scuola; agenzie e tour operator)?

g) Qual è la percentuale di conclusione della vendita alla prima chiamata?

Risposta:

Si riportano di seguito i riscontri, elaborati sulla base dei dati attualmente disponibili.

  1. INBOUND 85% / OUTBOUND 15% (telefonate e email).

  2. ITALIANO 95% / INGLESE 5% (telefonate e email).

  3. Si presenta solo il dato delle telefonate risposte per mese negli ultimi 6 mesi:

TEL. PER MESE

mag-21

260

giu-21

444

lug-21

239

ago-21

133

set-21

316

ott-21

257

nov-21

133

  1. Si presenta la percentuale media delle telefonate per giorno della settimana calcolata negli ultimi 6 mesi:

TEL. PER GG/SETT

Lunedì

10%

Martedì

12%

Mercoledì

35%

Giovedì

30%

Venerdì

20%

  1. Tempo media di chiamata: 6,07m.

  2. Percentuale di acquisto alla prima chiamata: 85%.

Chiarimento n. 16

Domanda:

ID 202

1. Con riferimento alla composizione dell’offerta tecnica si richiede conferma che la relazione di 20 pagine dovrà includere i punti a); c); f); della tabella criteri di valutazione.

2. Con riferimento alla composizione dell’offerta tecnica si richiede un chiarimento: i video di cui ai punti b); f); della tabella “criteri di valutazione” devono essere divisi in due file video o devono essere consegnati con un unico file?

3. Con riferimento alla composizione dell’offerta tecnica si richiede un chiarimento: il punto e) della tabella criteri di valutazione deve rientrare nelle 20 pagine di relazione tecnica documentale?

4. Con riferimento al punto 8.2 del Capitolato di Gara, si richiede di esplicitare quali siano le condizioni in termini di diritti di prevendita applicate all’utente finale. Se ben abbiamo compreso, la percentuale di commissioni del Fornitore è calcolata sulla somma del prezzo facciale del biglietto e dei diritti di prevendita applicati.

5. Con riferimento al punto 9 del Capitolato di Gara, si richiede di chiarire se i requisiti di reportistica facciano parte dei requisiti tecnici essenziali di biglietteria di cui al punto a) dei criteri di valutazione, o altresì al punto c) ovvero al servizio di “personalizzazione, integrazione e sviluppo del sistema”.

6. Con riferimento al punto 10. del Capitolato, si richiede di chiarire cosa si intenda per sistema di “single-sign-on” per l’accreditamento e la fruizione dei contenuti riferito alla necessità di integrazione con il sistema di biglietteria.

Risposta:

Di seguito i riscontri.
1.    Si rinvia alla “Tabella dei criteri di valutazione dell’offerta tecnica” di cui al Disciplinare di gara.
2.    Indifferente.
3.    Si rinvia alla “Tabella dei criteri di valutazione dell’offerta tecnica” di cui al Disciplinare di gara.
4.    Confermiamo: la percentuale è calcolata sul prezzo facciale + prevendita.
5.    Nel Disciplinare è specificato, per ogni criterio di valutazione, a quali paragrafi del Capitolato fa riferimento. Il paragrafo 9 è riferito al punto c).
6.    Con “Single sign-on (SSO)” si intende una tecnologia di controllo accesso online che permette all’utente di registrarsi “contemporaneamente” su tutte le piattaforme web Scala che potrebbe voler utilizzare: sito, webshop, piattaforma streaming, etc.. 
La necessità - ad esempio – è dunque che, qualora un utente abbia già eseguito l’accesso sul sito del Teatro alla Scala, rimanga loggato quando durante la navigazione viene indirizzato al sito di vendita. E viceversa e idem per gli altri sistemi citati come esempi.
Si richiede anche di prevedere la possibilità di login semplificato attraverso passaggio autorizzato dei dati da Facebook, Google e analoghi portali su cui l’utente possa essere già registrato.
 

Chiarimento n. 17

Domanda:

ID 203 - In relazione al documento Disciplinare di Gara, paragrafo 2 “Funzioni”, punto 2.4 - creazione di eventi sia fiscali che non fiscali. Si richiede se la creazione di eventi non fiscali sia da intendersi limitata alla gestione degli ingressi del Museo della Fondazione e/o se sussistano altre necessità specifiche. Si richiede in tal senso un’illustrazione dei vari casi d’uso.

Risposta:

Si intende eventi non soggetti a rendicontazione Siae, ad esempio eventi non di carattere musicale né teatrale come conferenze, serate private, cene.

Chiarimento n. 18

Domanda:

ID 204 - La certificazione ISO 9001 deve essere ottenuta prima della presentazione della documentazione di gara oppure è sufficiente un’attestazione dell’Ente di Certificazione che conferma l’avvio del processo di certificazione (che sarà concluso entro 1-2 mesi)?

Risposta:

I requisiti di partecipazione richiesti, compresa la  certificazione ISO 9001, devono essere posseduti dalle imprese concorrenti al momento della scadenza del termine stabilito per la presentazione dell’offerta, come da consolidata giurisprudenza in materia (tra le tante, cfr. Consiglio di Stato, Sez. V, 26/11/2020, n.7438; Cons. Stato, V, 5 maggio 2020, n. 2849, etc.).

Chiarimento n. 19

Domanda:

ID 209 - 1. In relazione al documento Disciplinare di Gara 6.2 – Requisiti di capacità economico finanziaria, punto C), è possibile presentare documentazione comprovante il fatturato specifico minimo annuo richiesto in lingua francese, nel caso specifico non per totalità dei documenti ma solo relativamente a due esercizi finanziari e precisamente per il 2016 e 2017?

Risposta:

Si rinvia a quanto previsto dal Bando di gara pubblicato alla sezione IV.2.4) Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione: ITALIANO.
Pertanto, tutta la documentazione da produrre deve essere in lingua italiana o, se redatta in lingua straniera, deve essere corredata da traduzione giurata in lingua italiana. In caso di contrasto tra testo in lingua straniera e testo in lingua italiana prevarrà la versione in lingua italiana, essendo a rischio del concorrente assicurare la fedeltà della traduzione.
In caso di mancanza, incompletezza o irregolarità della traduzione dei documenti contenuti nella busta telematica A –Documentazione amministrativa, si applica l’art. 83, comma 9 del Codice.

Chiarimento n. 20

Domanda:

ID 205

1. In riferimento al punto 3. lettera a), costi a carico della commissione a carico della Fondazione sui prodotti del Teatro. Si chiede conferma che il corrispettivo omnicomprensivo si applichi anche alle vendite del call center e non soltanto alle vendite on line e nei punti vendita.

2. In riferimento al punto 3. lettera b), costi a carico della commissione a carico della Fondazione sui prodotti del Museo Teatrale. Si chiede conferma che il corrispettivo omnicomprensivo si applichi anche alle vendite del call center e non soltanto alle vendite on line e nei punti vendita.

3. In riferimento al punto 13.6, agli operatori che presentano cauzione provvisoria ridotta è richiesta copia conforme della certificazione di cui all’art. 93 comma 7 del Codice che giustifica la riduzione dell’importo della cauzione. Si chiede conferma che sia sufficiente presentare il certificato digitale emesso dall’ente di certificazione.

4. In riferimento al capitolo 14, “BUSTA B Offerta Tecnica”, la sezione documentale consta di due relazioni dettagliate descrittive, una dedicata ai “Requisiti Tecnici Essenziali” ed uno al “Funzionamento del proprio Sistema di Biglietteria”. Si chiede cortesemente alla Stazione Appaltante di confermare che ciascuna delle due relazioni deve essere redatta in un massimo di 20 pagine video, per un totale massimo, sommando le due relazioni, di 20 + 20 = 40 pagine video.

5. In riferimento al capitolo 14, “BUSTA B Offerta Tecnica”, viene richiesto all’offerente di indicare: c) fascia oraria di copertura relativa all’assistenza; d) fascia oraria di copertura relativa al Call Center di vendita; e) tempi di accredito al Teatro degli incassi; f) indicazioni del numero e della tipologia di metodi di pagamento; g) indicazione del numero di lingue previste dal webshop e dal totem. Si chiede cortesemente alla Stazione Appaltante di confermare che i punti c), d), e), f), g) vadano inseriti in un documento separato dalle due relazioni tecniche “Requisiti Tecnici Essenziali” e “Funzionamento del proprio Sistema di Biglietteria” ovvero in un allegato che non contribuisce al computo totale delle 20 pagine.

6. In riferimento alla Tabella dei criteri di valutazione dell’offerta tecnica, viene richiesto all’offerente di elencare in apposita dichiarazione: i.1 quali lingue ulteriori vengono offerte per il webshop; i.2 quali lingue ulteriori vendono offerte per il totem. Si chiede cortesemente alla Stazione Appaltante di confermare che i punti i.1. e i.2 vadano inseriti in un documento separato dalle due relazioni tecniche “Requisiti Tecnici Essenziali” e “Funzionamento del proprio Sistema di Biglietteria” ovvero in un allegato che non contribuisce al computo totale delle 20 pagine. Capitolato Speciale.

7. In riferimento al punto 2.3, vengono richieste all’offerente la creazione e/o modifica di eventi con capienza ridotta a fascia oraria. Si chiede conferma che questa funzione sia richiesta esclusivamente per il Museo Teatrale.

8. In riferimento al punto 4, l’Aggiudicatario deve permettere la vendita tramite i canali di vendita elencati ai punti 4.1, 4.2, 4.3, 4.4, 4.5. Si chiede conferma che anche il call center si debba intendere come canale di vendita, ancorchè non presente nella suddetta lista e che le vendite effettuate tramite call center generino una commissione di servizio a vantaggio dell’Aggiudicatario uguale a quella degli altri canali di vendita.

9. In riferimento al punto 8.2, remunerazione per i biglietti venduti on line, quelli venduti presso i punti vendita e quelli venduti tramite call center:

A. Si chiede conferma che l’unica remunerazione del Fornitore sia la commissione di servizio vendita riconosciuta dalla Fondazione al Fornitore stesso nella misura derivante dall’esito della gara.

B. Si chiede altresì di chiarire se tale commissione di servizio sia aggiuntiva rispetto al prezzo più diritto di prevendita o inclusa nello stesso, per consentire all’offerente di calcolare correttamente gli oneri di acquiring.

10. In riferimento al punto 14, si parla di 4 numeri telefonici differenziati in base al servizio svolto ma successivamente si citano soltanto due numeri specifici, uno dedicato al Teatro (ovvero ai suoi Abbonati per attività di rinnovo abbonamento, acquisto in prelazione, ecc.) e l’altro per il Museo Teatrale, per il quale è previsto lo smistamento tra tre categorie di utenti, ovvero 1) Agenzie e tour operator, 2) Gruppi scolastici o organizzati e 3) Privati. Si chiede conferma della possibilità, anche per semplificare la comunicazione al pubblico, di fornire soltanto 2 numeri telefonici distinti, uno dedicato, come detto agli Abbonati del Teatro e l’altro per il Museo, a sua volta fornito di un IVR (Interactive Voice Response) che permetta lo smistamento delle chiamate a seconda della categoria di utenza.

Risposta:

Di seguito i riscontri.
1.    Per le commissioni sui prodotti del Teatro, il corrispettivo si applica alle vendite online e punti vendita, non alle vendite del servizio call center.
2.    Per le commissioni sui prodotti del Museo Teatrale, il corrispettivo si applica alle vendite online e punti vendita, non alle vendite del servizio call center.
3.    Si conferma, purché si possa evincere il numero del certificato emesso.
4.    Non si conferma. Nel Disciplinare di gara viene richiesto di presentare n. 2 (due) relazioni da redigere in un massimo COMPLESSIVO di 20 pagine-video, ragion per cui la sezione documentale di cui al paragrafo 14, lettera a) potrà contenere al massimo 20 pagine-video in formato A4; 
5.    Si conferma.
6.    Non corretto. I criteri di valutazione di cui ai punti i.1 e i.2 si dovranno evincere dall’indicazione inserita al punto G) del paragrafo 14. 
7.    Si fa rifermento anche a possibili eventi particolari organizzati dal Teatro, oltre che dal Museo Teatrale.
8.    Riguardo alle commissioni si veda risposta sopra.
9.    La commissione viene calcolata sul prezzo totale pagato online dal cliente (inclusa prevendita).
10.  Si conferma tale possibilità.

Chiarimento n. 21

Domanda:

ID 213 - Al punto 16 Migrazione è specificato che "Tempistiche e modalità della migrazione verranno valutate e condivise.". Al punto 18 "Qualora il Sistema, a seguito di tale verifica, non risultasse pienamente rispondente alle esigenze specifiche della Fondazione espresse nel capitolato speciale, essa si riserva di richiedere la realizzazione delle modifiche necessarie entro 3 giorni lavorativi dalla verifica stessa.".

1. Teatro La scala, esclude quindi la possibilità che alcune funzionalità non siano presenti in fase di aggiudicazione, ma che il partecipante si impegni a svilupparle entro una data limite stabilita ?

2. Nel caso quali sarebbero comunque i tempi per la definitiva Migrazione ?

Risposta:

Di seguito i riscontri.
1.    Si conferma che alcune funzionalità, da concordarsi con l’aggiudicatario in fase contrattuale, si possano sviluppare entro date da stabilire, successive all’attivazione del servizio.
2.    La migrazione può essere suddivisa in 2 o 3 fasi, da concordarsi con l’aggiudicatario in fase contrattuale. Le tempistiche definitive del processo di migrazione saranno concordate con l’aggiudicatario in base alle caratteristiche specifiche del progetto proposto e alle esigenze della Fondazione.
 

Chiarimento n. 22

Domanda:

ID 214 - 1. In relazione al documento Disciplinare di Gara 6.3 – Requisiti di capacità tecnico-professionale, punto G) , si chiede se il possesso della Certificazione ISAE 3402 può essere considerato titolo equivalente.può essere considerato titolo equivalente alla Certificazione qualità UNI EN ISO 9001:2015 e, qualora non fosse possibile, si chiede di elencare quali siano i certificati considerati equivalenti UNI EN ISO 9001:2015 da Codesta Stazione Appaltante.

Risposta:

Risposta negativa. Si rinvia a quanto previsto dagli atti di gara.

Chiarimento n. 23

Domanda:

ID 215 -1. Disciplinare di Gara, punto 6.3.F). Le biglietterie automatizzate, introdotte con D.M. 13 luglio 2000, sono apparecchiature idonee alla certificazione dei corrispettivi derivanti dalle attività di intrattenimento e spettacolo. Queste apparecchiature devono essere provviste di una carta a microcircuito di attivazione contenente il software per la generazione delle chiavi segrete, necessarie per il calcolo di codici di autenticazione che verranno utilizzati per la trasmissione dati, e l'algoritmo per la determinazione del sigillo fiscale. Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate 22 ottobre 2002 sono state disciplinate le norme per la procedura di rilascio della carta di attivazione relativa a sistemi di emissione di titoli di accesso e di riconoscimento di idoneità di apparecchiature per gli intrattenimenti e le attività spettacolistiche. In base al citato provvedimento le modifiche apportate ai sistemi di biglietteria comportano la certificazione delle stesse e la verifica da parte dell’Agenzia delle Entrate. Pertanto i produttori di biglietterie elettroniche nel settore dello spettacolo sono soggetti a periodici processi di certificazione e di omologa per rendere il proprio sistema adeguato alle necessità di mercato. Non ultimo per adeguarsi a nuove normative come nel caso del Provvedimento del 27 giugno 2019, per il quale l’Agenzia delle Entrate ha concesso una deroga, a causa della situazione pandemica, che verrà con tutta probabilità estesa ulteriormente al 2022. In questo contesto – nel caso in cui un sistema già in possesso di omologa al momento della partecipazione alla gara debba ulteriormente certificare una o più funzioni richieste dal bando – si chiede se è ammissibile per il concorrente dichiarare le tempistiche entro le quali si impegna a consegnare le restanti funzionalità in caso di assegnazione del servizio. Si chiede pertanto alla Fondazione di specificare se la presenza di tutte le funzionalità offerte dal concorrente debbano essere disponibili e certificate al momento della stipula del contratto, o se di contro sia accettabile la possibilità di rendere alcune di queste disponibili al momento dell’avvio del servizio; ciò garantendo a prescindere – in qualità di produttore di sistema di biglietteria elettronica omologato da parte dell’Agenzia delle Entrate per l’esercizio della propria attività nel settore dello spettacolo – di essere in possesso alla stipula del contratto di con un set di funzionalità adeguato alla gestione del servizio specifico, senza incorrere in esclusione dalla procedura.

Risposta:


Si conferma che il concorrente può proporre tempistiche differenziate entro le quali si impegna a consegnare specifiche funzionalità in caso di assegnazione del servizio.

Chiarimento n. 24

Domanda:

ID 216 - Con riferimento al punto 2.8 del capitolato, relativamente all'annullamento massivo, si chiede di chiarire esattamente cosa si intende per “procedure flessibili e regolabili per ogni canale di vendita;” e si chiede di fornire un caso d'uso.

Risposta:

Si intende la possibilità di annullare in contemporanea, con un’unica operazione, grandi numeri di biglietti assimilabili per caratteristiche di acquisto (es. medesimo canale di vendita, medesimo giorno di vendita, medesimo prezzo).
Si fa riferimento, ad esempio, all’annullamento di biglietti per eventi cancellati da rimborsare.

Chiarimento n. 25

Domanda:

ID 206 - In relazione alla tempistica di avvio del servizio non abbiamo trovato esplicita indicazione nei documenti di gara. Sulla base delle passate stagioni ci risulta attendibile il dato per cui l’inizio della campagna abbonamenti sia avviata ogni anno nella seconda metà del mese di maggio. Se ciò venisse confermato dalla Stazione Appaltante, il concorrente aggiudicatario, al netto delle tempistiche di espletazione di gara, avrebbe a disposizione appena tre mesi per la gestione del progetto relativo alla messa in vendita degli abbonamenti. In virtù della nostra esperienza, un progetto di questa portata necessita di molto più tempo, considerando inoltre la presenza di attività quali data migration, change management, rischi di utilizzo di due sistemi in parallelo, nonchè le richieste di integrazione con piattaforme terze. Per queste ragioni chiediamo se la Fondazione sia disponibile ad accettare che il Concorrente proponga la propria tempistica di progetto, considerato il perimetro delle richieste contenute nel Capitolato di Gara e la propria esperienza sul campo. Si chiede pertanto di confermare se sia possibile presentare un progetto dettagliando le fasi di realizzazione anche non in relazione alla prossima stagione bensì a quella successiva 2023/2024, ovvero garantendo la messa in vendita degli abbonamenti a partire da maggio 2023.

Risposta:

Si terrà in considerazione ogni progetto che risponda ai requisiti obbligatori indicati nel bando. 
Le tempistiche di attivazione del servizio saranno valutate in relazione progetto tecnico presentato da ogni partecipante e alle esigenze della Fondazione. 
In ragione delle tempistiche realizzative e delle difficoltà operative che il passaggio dall’attuale sistema al nuovo comporta, a seguito di aggiudicazione definitiva e prima della stipula del contratto verrà  concordato un adeguato timing realizzativo del nuovo sistema che contempli tempistiche differenti per le funzioni da attivarsi, in base alle esigenze della Fondazione e alle proposte dell’aggiudicatario tali da non generare disservizi.
 

Chiarimento n. 26

Domanda:

ID 218 - Sezione 9 Capitolato speciale - Prospetto temporale omaggi emessi, esenzioni e eccedenze, estraibile per periodo di emissione, per tipologia di biglietto (es. compratore), per cassa e operatore di emissione. Si chiede di chiarire a cosa ci si riferisca con "esenzioni".

Risposta:

Per "esenzioni" si intendono particolari tariffe di biglietti a 0€ ma che non rientrano nelle categorie degli omaggi (es. tagliandi di eventi gratuiti, tagliandi non fiscali, biglietti di servizio).

Chiarimento n. 27

Domanda:

ID 218 - Sezione 9 Capitolato speciale - Prospetto temporale omaggi emessi, esenzioni e eccedenze, estraibile per periodo di emissione, per tipologia di biglietto (es. compratore), per cassa e operatore di emissione. Si chiede di chiarire a cosa ci si riferisca con "esenzioni".

Risposta:

Per "esenzioni" si intendono particolari tariffe di biglietti a 0€ ma che non rientrano nelle categorie degli omaggi (es. tagliandi di eventi gratuiti, tagliandi non fiscali, biglietti di servizio).

Chiarimento n. 28

Domanda:

ID 219 –  Sezione 9 Reportistica - Capitolato Speciale - proventi non accessori e proventi intestati a soggetti diversi dalla Fondazione ma generati dal medesimo sistema di vendita (es. bar); si chiede se lo staff dei soggetti diversi dalla Fondazione i cui prodotti sono da vendersi attraverso la medesima piattaforma dovranno avere accesso alla stessa e se sì con quale profilo (report, vendita, configurazione etc)

Risposta:

Al momento si prevede l’utilizzo del software da parte di soggetti diversi dalla Fondazione per attività di report e configurazione, ma non si esclude in futuro la possibilità di prevedere l’attività di vendita, previa verifica di fattibilità e in accordo con l’aggiudicatario del servizio.

Chiarimento n. 29

Domanda:

ID 220 - Si chiede la possibilità di visionare la bozza di contratto che sarà da sottoscrivere in caso di aggiudicazione.

Risposta:

Trattasi di documento che sarà formalizzato in seguito all’aggiudicazione e che recepirà in linea generale la disciplina prevista dagli atti di gara.

Chiarimento n. 30

Domanda:

ID 217 - Con riferimento al punto 10 del Capitolato di Gara, si richiede di conoscere nome e versione dei seguenti software attualmente in uso dalla Fondazione: Software gestionale di amministrazione; Software gestionale delle attività di produzione; Software di CMS; Software di CRM;

Risposta:

Di seguito i riscontri:
Software gestionale di amministrazione  : Opera ERP di Labinf
Software gestionale delle attività di produzione : Opera ERP di Labinf
Software di CMS : Spin & Go di Engitel 
Software di CRM : Spin & Go di Engitel 
Nota : CRM e CMS possono essere oggetto di prossimo cambiamento con altri prodotti di mercato, pertanto, la soluzione deve essere in grado di potersi adattare a un diverso CMS/CRM posta la condizione che il produttore dia accesso alla base dati o a api/webservices.

Chiarimento n. 31

Domanda:

ID 221 - Con riferimento al caricamento sul portale telematico, si richiede di chiarire se i punteggi tabellari d); e); f); g); siano da includere a valle del documento da caricare nella relazione “offerta tecnica”. Da portale, si identificano infatti come dichiarazioni integrative rispetto alla relazione tecnica i soli punteggi h) e i). Non da ultimo, si chiede conferma che il video debba pervenire solo tramite consegna in busta sigillata e non sia da caricare a portale.

Risposta:

1. Vedasi riscontri precedenti resi in merito.
2. Si conferma.
 

Chiarimento n. 32

Domanda:

ID 222 - In merito al Contratto di Sponsorizzazione si chiede se sarà possibile indicare quale fruitore della "visibilità" di fornitore ufficiale un brand differente da quello aggiudicatario dell'appalto, partecipante alla fornitura o come brand di piattaforma o in qualità di Gateway di pagamento, ma comunque inerente e previo gradimento di Fondazione.

Risposta:

Risposta negativa. Ai sensi dell’art. 21 del Capitolato Speciale d’Appalto, infatti, è prevista l’attribuzione di un punteggio “all’offerta economica per contratto di sponsorizzazione”, per cui a fronte della sponsorizzazione: (i) all’offerente verrà riconosciuto lo “Status di “Fornitore Ufficiale dei servizi di biglietteria” del Teatro alla Scala”, nonché (ii) “l’inserimento del logo del Soggetto Aggiudicatario nella pagina istituzionale di ringraziamento che il Teatro alla Scala dedica complessivamente ai propri “Fornitori Ufficiali” (…), ed altresì (iii) “l’inserimento del logo del Soggetto Aggiudicatario nel sito istituzionale del Teatro alla Scala (…)”.
L’aggiudicatario, pertanto, in qualità di sponsor, beneficerà dell’associazione del proprio prodotto, marchio o ditta al servizio svolto in favore della Fondazione, conseguendo in tal guisa, un ritorno promozionale indiretto.
Diversamente, si configurerebbe una ipotesi di concessione uno spazio pubblicitario con relativo sfruttamento della collocazione con finalità di mera pubblicità, il che esula dalla vera e propria sponsorizzazione e, di conseguenza da quanto previsto dagli atti di gara, a maggior ragione considerando che il valore del servizio e l’attribuzione del punteggio per l’offerta di sponsorizzazione sono stati stabiliti dalla Fondazione senza alcun collegamento al valore economico per l’eventuale intermediazione pubblicitaria, valore che comunque non è stato stimato dalla Stazione Appaltante, con la possibilità - non ammissibile - di aumentare notevolmente la redditività per lo sponsor. Per quanto precisato, la richiesta non è accoglibile.