Fondazione Teatro alla Scala
Pubblica amministrazione

Procedura ristretta accelerata gara di appalto per l’affidamento del servizio di pulizia presso il Teatro alla Scala e sedi esterne della Fondazione

Oggetto: Procedura ristretta accelerata gara di appalto per l’affidamento del servizio di pulizia presso il Teatro alla Scala e sedi esterne della Fondazione
Tipo di fornitura:
  • Servizi
Tipologia di gara: Procedura Ristretta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 4.543.490,00
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 4.523.990,00
Oneri Sicurezza da interferenze (Iva esclusa): € 19.500,00
CIG: 777793395A
Stato: Scaduta
Centro di costo: Direzione Tecnica
Data pubblicazione: 01 febbraio 2019 9:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 28 febbraio 2019 15:00:00
Data scadenza: 05 marzo 2019 15:00:00
Documentazione gara:
Documentazione richiesta:
  • Domanda di partecipazione
  • DGUE
Per richiedere informazioni: cunsolo@fondazionelascala.it
provveditorato@pec.fondazionelascala.it

Risposte alle domande più frequenti (FAQs)

FAQ n. 1

Domanda:

In merito alla dimostrazione del requisito di cui al punto III.1.3) del disciplinare di gara si chiede se i servizi effettuati presso strutture quali "centri commerciali - gallerie" sottoposte ad alta affluenza possono essere ritenuti analoghi. Cordiali saluti.

Risposta:

In merito al quesito posto, per strutture ad alto afflusso di pubblico possono essere considerati sicuramente i servizi di pulizia effettuati presso i “Centri commerciali-gallerie”.

FAQ n. 2

Domanda:

Buongiorno per poter soddisfare il requisito di partecipazione in merito ai servizi analoghi in ambito fieristico-teatrale, in caso di RTI come dev'essere comprovato? In attesa di un cortese riscontro, porgiamo cordiali saluti

Risposta:

A pag. 7 del Bando di gara vi sono le indicazioni per i Raggruppamenti Temporanei di Imprese; nel caso di specie, il requisito di cui al precedente punto III.1.3. lett. e.1), relativo al c.d. “servizio di punta” deve essere posseduto per intero dalla mandataria.

FAQ n. 3

Domanda:

In relazione alla procedura di gara in oggetto con la presente siamo a richiedere i seguenti chiarimenti: 1) Il Bando di gara la punto III.1.2) precisa che, ai fini della partecipazione alla gara, “è richiesto il possesso di un fatturato minimo annuo nel settore di attività oggetto della gara, riferito agli ultimi tre esercizi finanziari disponibili, antecedenti la data di presentazione dell'offerta per un importo non inferiore a € 908.000,00”. I merito si chiede conferma che per “attività oggetto dell’appalto” si intendono servizi di pulizia svolti presso strutture ad alto afflusso di pubblico (Ospedali, ASL….). 2) Si chiede conferma che ai fini della dichiarazione “indicante un elenco dei principali servizi analoghi a quelli oggetto dell’appalto ed in ambito teatrale-fieristico, effettuati negli ultimi tre anni dalla data di pubblicazione del bando, con indicazione dei rispettivi importi, date e destinatari, pubblici o privati. Da tale elenco dovrà risultare di aver eseguito con buon esito, almeno numero due servizi di pulizia di edifici presso strutture ad alto afflusso di pubblico per un periodo non inferiore a 12 mesi continuativi per ciascuno dei due servizi" sia sufficiente presente un elenco di 2 servizi di pulizia svolti presso strutture a alto afflusso di pubblico (Ospedali, ASL …). Distinti saluti.

Risposta:

Come riferito nelle precedenti FAQ, per quanto concerne il requisito di capacità economico-finanziaria di cui al punto III.1.2), il settore di attività oggetto dell’appalto può essere riferito al servizio di pulizia di edifici.

Per quanto riguarda, invece, la richiesta capacità professionale e tecnica di cui al punto III.1.3), ed in particolar modo i n. 2 “servizi di punta”, è richiesto che il servizio di pulizia sia stato effettuato per un periodo di almeno 12 mesi continuativi per ciascuno dei due servizi presso strutture ad alta affluenza di pubblico (quali a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, casinò, alberghi, ville di prestigio, aeroporti, Ospedali, ecc…).

FAQ n. 4

Domanda:

Buongiorno In riferimento alla procedura in oggetto si pone il seguente quesito: in merito al requisito di capacità professionale e tecnica di cui al punto III.1.3 del bando, si richiede se servizi di pulizia uffici e stazioni di autobus possano essere ritenuti validi per soddisfare il requisito In attesa di Vs cortese riscontro, si ringrazia e si porgono cordiali saluti Distinti saluti

Risposta:

In merito al quesito posto, per strutture ad alto afflusso di pubblico possono essere considerati sicuramente i servizi di pulizia effettuati presso strutture ospedaliere (a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, casinò, alberghi, ville di prestigio, aeroporti, Ospedali, ecc…) ma si escludono le stazioni autobus o ferroviarie

FAQ n. 5

Domanda:

Si inoltrano i seguenti quesiti: 1) In riferimento a quanto previsto dal Bando di gara, punto III.1.2) Capacità economica e finanziaria: si chiede di precisare se il requisito del fatturato minimo richiesto vada comprovato con riferimento esclusivo a specifiche attività di pulizia in ambito teatrale-fieristico oppure con riferimento a servizi analoghi purché comprendenti il servizio di pulizia di teatri; 2) In riferimento a quanto previsto dal Bando di gara, punto III.1.3) Capacità professionale e tecnica: si chiede di precisare se i requisiti di cui al punto e., vadano comprovati con riferimento esclusivo a specifiche attività di pulizia in ambito teatrale-fieristico oppure con riferimento a servizi analoghi purché comprendenti il servizio di pulizia di teatri. In attesa di riscontro, si porgono cordiali saluti.

Risposta:

Come già riferito in precedenti FAQ, per quanto concerne il requisito di capacità economico-finanziaria di cui al punto III.1.2), il settore di attività oggetto dell’appalto può essere riferito al servizio di pulizia di edifici.

Per quanto riguarda, invece, la richiesta capacità professionale e tecnica di cui al punto III.1.3), ed in particolar modo i n. 2 “servizi di punta”, è richiesto che il servizio di pulizia sia stato effettuato per un periodo di almeno 12 mesi continuativi per ciascuno dei due servizi presso strutture ad alta affluenza di pubblico (quali a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, casinò, alberghi, ville di prestigio, aeroporti, Ospedali, ecc…).

FAQ n. 6

Domanda:

Buongiorno, in relazione al requisito richiesto di cui al punto e.1) del bando di gara: elenco principali servizi analoghi a quelli oggetto dell'appalto ed in ambito teatrale fieristico effettuati negli ultimi tre anni dalla data di pubblicazione del presente bando , con indicazione dei rispettivi importi, date e destinatari, pubblici o privati. Da tale elenco dovrà risultare di aver eseguito con buon essito, almeno 2 (due) servizi di pulizia di edifici presso strutture ad alto afflusso di pubblico per un periodo non inferiore a 12 mesi continuativi per ciascuno dei 2 servizi, è corretto intendere di ottemperare a quanto richiesto gestendo servizi di pulizie in ambito sanitario ad alto afflusso di pubblico per il periodo da Voi richiesto? In attesa di una Vostra in merito , porgiamo cordiali saluti

Risposta:

Come già riportato nelle precedenti FAQ, per quanto riguarda la richiesta capacità professionale e tecnica di cui al punto III.1.3), ed in particolar modo i n. 2 “servizi di punta”, è richiesto che il servizio di pulizia sia stato effettuato per un periodo di almeno 12 mesi continuativi per ciascuno dei due servizi presso strutture ad alta affluenza di pubblico (quali a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, casinò, alberghi, ville di prestigio, aeroporti, Ospedali, ecc…).

FAQ n. 7

Domanda:

Buongiorno, in relazione alla sezione III.1.3 del bando integrale, lettera e.1 , in cui si legge che "il concorrente deve indicare un elenco di principali servizi analoghi...ed in ambito teatrale-fieristico" e successivamente si legge che "da tale elenco dovrà risultare di aver eseguito...almeno due servizi di pulizia di edifici presso strutture ad alto afflusso di pubblico per un periodo non inferiore a 12 mesi continuativi...". Si chiede quale delle due richieste (ambito teatrale fieristico oppure strutture ad alto afflusso di pubblico) debba essere soddisfatto ai fini della partecipazione. Considerato che la stessa possiede tale requisito svolto presso un Teatro Musicale ed un'Università degli Studi, entrambi con alto afflusso di pubblico, si chiede se questo possa bastare per soddisfare il requisito richiesto. Cordiali saluti

Risposta:

Il requisito di cui al punto III.1.3, lettera e.1 deve essere considerato come unico e riguardante la richiesta della capacità tecnica-professionale, attraverso il “requisito di punta”; per cui l’indicazione di n. 2 servizi di pulizia di edifici presso strutture ad alto afflusso di pubblico, per un periodo non inferiore a 12 mesi continuativi per ciascuno dei due servizi, deve essere corredata dalla precisa indicazione dei committenti, degli importi e del periodo di svolgimento e, così indicato, basterebbe a comprovare tale requisito.

FAQ n. 8

Domanda:

Alla c.a RUP Cunsolo Antonio In riferimento alla partecipazione della Società -------- alla Procedura Ristretta/Accelerata con oggetto “Servizio di Pulizie del Teatro alla Scala e sedi esterne”, le scrivo per avere dei chiarimenti sul punto e.1) Capacità Professionale e Tecnica, del bando che di seguito riporto: e.1) il concorrente deve indicare un elenco dei principali servizi analoghi a quelli oggetto dell’appalto ed in ambito teatrale fieristico, effettuati negli ultimi tre anni dalla data di pubblicazione del presente bando , con indicazione dei rispettivi importi, date e destinatari, pubblici o privati. Da tale elenco dovrà risultare di aver eseguito con buon esito , almeno n. 2 servizi di pulizia di edifici presso strutture ad alto afflusso di pubblico per un periodo non inferiore a 12 mesi continuativi per ciascun dei due servizi. I merito si chiede : 1) di confermare che per “ambito teatrale fieristico” possano essere considerati anche ambiti che contemplino servizi nel settore della pulizia di immobili ed edifici ad alto afflusso di pubblico come ad es: Banche , Scuole . gRAZIE

Risposta:

In merito al quesito posto, e come già riportato in diverse FAQ precedenti, per strutture ad alto afflusso di pubblico possono essere considerati, a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, casinò, alberghi, ville di prestigio, aeroporti, Ospedali, ecc…) ma si escludono le stazioni autobus o ferroviarie.

FAQ n. 9

Domanda:

con la presente siamo a formulare una richiesta di chiarimento in relazione alla richiesta di capacità tecnica professionale di cui al punto iii.1.3 del bando in conseguenza delle risposte da voi fornite ai precedenti chiarimenti sul punto. nello specifico si chiede di confermare per strutture ad alta affluenza di pubblico, oltre a casinò, alberghi, ville di prestigio, aeroporti ed ospedali, come da voi indicato, possano essere ricomprese anche le università

Risposta:

In merito al quesito posto, come già segnalato in altre FAQ, per strutture ad alto afflusso di pubblico possono essere considerati anche gli strutture Universitarie.

FAQ n. 10

Domanda:

Buongiorno, si chiede conferma che sia possibile far ricorso all'isitituto dell'avvalimento come previsto dall'art. 89 del D.Lgs 50/2016

Risposta:

Assolutamente sì, è possibile far ricorso all’istituto dell’avvalimento in conformità a quanto prescritto nell’art. 89 del D. Lgs. n. 50/2016. In particolar modo, è possibile far ricorso all’avvalimento per il possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico e professionale di cui all'articolo 83, comma 1, lettere b) e c) del medesimo Codice, nonché per il possesso delle certificazioni di qualità di cui al punto III.1.3), lettera f) del Bando di gara, con esclusione, quindi, dei requisiti di idoneità professionale, di cui al punto III.1.1), lett. b) del Bando.

FAQ n. 11

Domanda:

Buongiorno, in relazione al punto III.1.3 lettera e.2) del Bando integrale si chiede conferma che tale requisito possa essere soddisfatto dalla scrivente che ha una media di 40 unità full time nel triennio di riferimento, nello specifico 13 unità full time nel 2016, 38 unità full time nel 2017 e 69 unità full time nel 2018. Cordiali saluti

Risposta:


Premesso che la Stazione Appaltante non può rendere chiarimenti in ordine al possesso dei requisiti dei potenziali concorrenti, il requisito richiesto è concernente il numero medio annuo di operatori, il quale deve essere pari a 40 unità; ragion per cui, si conferma il possesso della capacità tecnica-professionale richiesta

FAQ n. 12

Domanda:

Con riferimento a quanto indicato a pagina 4 – punto III.1.3 del bando si chiede di confermare che il requisito debba intendersi come analogo e altresì non unicamente in ambito teatrale – fieristico in quanto diversamente lo stesso sarebbe limitativo della concorrenza. Questo anche in ragione dei recenti orientamenti giurisprudenziali.

Risposta:

L’indicazione dell’ambito teatrale-fieristico è relativo soltanto all’individuazione dei servizi analoghi a quelli oggetto dell’appalto e, quindi, assolutamente non esclusivo ed unico; infatti, il requisito tecnico professionale richiesto è riferito ai c.d. “servizi di punta”, per cui, in questa fase di pre-qualifica, viene richiesto di indicare un principale elenco di servizi analoghi (servizi di pulizia di edifici) a quelli oggetto dell’appalto e da tale elenco dovrà risultare di aver svolto con buon esito, almeno n. 2 (due) servizi di pulizia di edifici presso strutture ad alto afflusso di pubblico per un periodo non inferiore a 12 mesi continuativi per ciascuno dei due servizi.

FAQ n. 13

Domanda:

Spett.le Stazione appaltante, con riferimento alla procedura di gara in oggetto si pongono i seguenti quesiti: 1) il bando non specifica nulla in merito al sopralluogo, pertanto, si chiede se lo stesso sia obbligatorio, e entro quando occorre fare la relativa richiesta?

2) alla sezione III.1.3) del bando di gara, viene riportato, quale requisito " - il concorrente deve indicare un elenco dei principali servizi analoghi a quelli oggetto dell’appalto ed in ambito teatrale-fieristico, effettuati negli ultimi tre anni dalla data di pubblicazione del presente Bando, con indicazione dei rispettivi importi, date e destinatari, pubblici o privati........." si chiede di chiarire se è sufficiente avere servizi analoghi, e quindi di pulizia? o tali servizi devono essere stati svolti necessariamente in ambito teatrale-fieristico, con una evidente discriminazione tra gli operatori economici? Ciò risulta ancora più ambiguo, anche in considerazione del secondo capoverso, laddove si chiede che "Da tale elenco dovrà risultare di aver eseguito con buon esito, almeno n. 2 (due) servizi di pulizia di edifici presso strutture ad alto afflusso di pubblico ...", in quanto sembra volersi riferire a strutture di vario genere e non solo in ambito teatrale- fieristico. Voglia, pertanto, Codesta Stazione Appaltante chiarire, con sollecitudine, i quesiti sopra posti. Ringraziando anticipatamente, si porgono distinti saluti.

 

Risposta:

1) Con riferimento al primo quesito, nel Bando di gara non v’è alcun cenno ad un sopralluogo obbligatorio. Successivamente, verrà richiesto un sopralluogo obbligatorio assistito, in quanto si ritiene sia di fondamentale importanza ai fini della predisposizione di una offerta adeguata; proprio perché riferita all’offerta, il citato sopralluogo verrà richiesto in fase di invito alla presentazione dell’offerta e, dunque, nella seconda fase della procedura ristretta.

 

2) Per quanto concerne il requisito di capacità tecnico-professionale, l’indicazione dell’ambito teatrale-fieristico è relativo soltanto all’individuazione dei servizi analoghi a quelli oggetto dell’appalto e, quindi, assolutamente non discriminante; infatti, il requisito tecnico professionale richiesto è riferito ai c.d. “servizi di punta”, per cui, in questa fase di pre-qualifica, viene richiesto di indicare un principale elenco di servizi analoghi (servizi di pulizia di edifici) a quelli oggetto dell’appalto e da tale elenco dovrà risultare di aver svolto con buon esito, almeno n. 2 (due) servizi di pulizia di edifici presso strutture ad alto afflusso di pubblico per un periodo non inferiore a 12 mesi continuativi per ciascuno dei due servizi.

 

Così come già evidenziato negli altri chiarimenti e rispondendo al quesito posto, la richiesta capacità tecnica, è comprovata tramite n. 2 servizi di pulizia di edifici presso strutture ad alto afflusso di pubblico, tra i quali, a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, possono essere annoverati casinò, alberghi, ville di prestigio, aeroporti, ospedali, università, ecc…). Ad ogni buon conto, si faccia attenzione alle FAQ precedenti.

 

FAQ n. 14

Domanda:

Buongiorno, in riferimento alla formulazione del DGUE: deve essere firmato digitalmente o anche prodotto in formato elettronico? Grazie e cordiali saluti

Risposta:

In merito al primo quesito, si consiglia di seguire la procedura indicata nella lex specialis, ovvero il Documento DGUE deve essere scaricato dall’area “Documenti Amministrativi”, compilato, firmato digitalmente e, successivamente, inserito nel sistema documenti allegati firmati digitalmente nell’apposito spazio previsto. La documentazione richiesta deve essere firmata digitalmente e marcata temporalmente prima del termine di scadenza indicato.

FAQ n. 15

Domanda:

Si chiede di precisare a quale triennio si riferisce il requisito relativo al numero medio annuo di operatori (il quale deve essere pari a 40 unità) Grazie

Risposta:

Il triennio da considerare è 2016/2017 e 2018.

FAQ n. 16

Domanda:

SPETT.LE STAZIONE APPALTANTE, CON RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA DI GARA IN OGGETTO,
SI CHIEDE DI CHIARIRE COME DEBBA ESSERE EFFETTUATO IL CALCOLO DELL'IMPRONTA FILE, PREVISTO NELLA SEZIONE VI.3) DEL BANDO, ATTESO CHE LO STEP "CALCOLO IMPRONTA  FILE" NON SI TROVA. IN ATTESA DI VOSTRO TEMPESTIVO RISCONTRO SI PORGONO DISTINTI SALUTI

Risposta:


Per quanto concerne il calcolo dell’impronta del file, si fa rilevare che questa procedura attiene alla seconda fase della procedura ristretta, ovvero al caricamento delle buste telematiche contenenti l’offerta tecnica e quella economica, ragion per cui, in questa fase di pre-qualificazione degli operatori economici, non è previsto lo step “Calcolo Impronta File”, che per mero errore materiale è stato riportato nel Bando di gara, nella sezione VI.3). In conclusione, per la fase di caricamento della sola documentazione amministrativa, non è previsto il calcolo dell’impronta file, quindi non verrà visualizzato il relativo tasto.

FAQ n. 17

Domanda:

Gent.mi,
siamo a richiedere, oltre alla firma digitale, il tipo di marcatura temporale (TSM, M7M.....) da apporre sui documenti da produrre.
Ringrazio e saluto

Risposta:

Nel Bando di gara non è richiesta una tipologia specifica di marcatura temporale da apporre ai documenti, ragion per cui è possibile apporre la marca temporale con qualsiasi tipologia (TSD, M7M, TSR, ecc...).

FAQ n. 18

Domanda:

Buongiorno, in riferimento alla presente procedura, in fase di invio di domanda di partecipazione, sono previsti due campi per l’inserimento della documentazione, uno per la domanda di partecipazione ed uno per il DGUE. Trattandosi noi di un consorzio di cooperative di cui all’art. 45 co.2 lett b), dobbiamo inserire la documentazione sia per il consorzio, che per le cooperative consorziate indicate come esecutrici. Considerando che il consorzio non può firmare la documentazione relativa alle proprie consorziate, chiediamo come procedere, in quanto sul portale non è prevista la possibilità di inserire una cartella zippata, contenente la documentazione firmata digitalmente dal consorzio e dalle consorziate. Si rimane in attesa di gentile riscontro in merito. Cordiali saluti

Risposta:

Buongiorno,

il problema tecnico segnalato è stato risolto, per cui ora è possibile inserire documentazione multipla.

FAQ n. 19

Domanda:

Spett.le Stazione Appaltante, con la presente si richiede se, in caso di volontà di ricorso all'istituto del subappalto, sia necessario indicare la terna dei subappaltatori già in questa fase di prequalifica, o sarà indicata solo successivamente nella seconda fase della procedura. Si ringrazia. Distinti saluti.

Risposta:

In questa fase non è necessario indicare la terna dei subappaltatori.

Sarà necessaria nella seconda fase della procedura.

 

FAQ n. 20

Domanda:
 all’atto di inserire i documenti richiesti sulla Vostra piattaforma, il documento non viene caricato ed appare la seguente dicitura:
Il tipo di file inserito non è ammesso. E' possibile inserire esclusivamente file con estensione *.pdf, *.p7m, *.tsd
 
il file che sto provando a caricare ha un’estensione .pdf.m7m in quanto marcato temporalmente come richiesto nel bando.
 
Rimango in attesa, la ringrazio e la saluto cordialmente
Risposta:
“In merito al quesito posto, si fa rilevare che, nello specifico, non è possibile rispondere a quesiti di natura tecnica attraverso la sezione chiarimenti, ma il fornitore dovrà richiedere assistenza di natura tecnica, attraverso la sezione “assistenza-contatti” del menu in spalla sinistra della piattaforma, nella sottosezione “Supporto tecnico”.
Ad ogni buon conto, è sempre possibile caricare il file firmato digitalmente e marcato temporalmente e salvarlo nel formato *.p7m e/o *.tsd”.

FAQ n. 21

Domanda:

la scrivente è un consorzi stabile che sta partecipando alla procedura in oggetto, nel compilare la domanda di prequalifica non è riportata la forma di partecipazione come consorzio Stabile, pertanto chiediamo come dobbiamo procedere per compilare la domanda, dobbiamo considerarci come operatori singoli? Restiamo in attesa di un Vostro cortese ed urgente riscontro cordiali saluti

Risposta:
“In merito al quesito posto, si fa presente che il modello fac-simile è messo a disposizione degli Operatori Economici a titolo esemplificativo; ciò non toglie, dunque, che il documento possa essere modificato dallo stesso Operatore ed adattato alle proprie esigenze effettive, fermo restando che comunque – ed a supporto - dovrà essere compilato anche il DGUE, nella Parte II relativa alla forma di partecipazione, lettera d) del Documento.”

FAQ n. 22

Domanda:

in riferimento alla risposta del nostro precedente quesito che riportiamo di seguito: “In merito al quesito posto, si fa presente che il modello fac-simile è messo a disposizione degli Operatori Economici a titolo esemplificativo; ciò non toglie, dunque, che il documento possa essere modificato dallo stesso Operatore ed adattato alle proprie esigenze effettive, fermo restando che comunque – ed a supporto - dovrà essere compilato anche il DGUE, nella Parte II relativa alla forma di partecipazione, lettera d) del Documento.” SI SPECIFICA CHE: La domanda non era riferita alla documentazione di gara ma alla piattaforma telematica che non riporta l’opzione Consorzi Stabili ai sensi dell’art. 45 comma 2 lett.c) pertanto chiediamo se dobbiamo spuntare l’opzione di singolo operatore economico Restiamo in attesa di un Cortese ed urgente riscontro in merito Cordiali saluti

Risposta:
“Facendo seguito a quanto pubblicato innanzi, con riferimento alla partecipazione dei Consorzi stabili (ed eventuale indicazione di Consorziate esecutrici), si fa rilevare che, nella piattaforma telematica, tra le forme di partecipazione “riunite” – per mero errore tecnico – non è presente la fattispecie relativa al Consorzio stabile di cui all’art. 45, comma 2, lettera c) del Codice.
In tal caso, si potrà scegliere la partecipazione singola, nel caso in cui il Consorzio stabile voglia partecipare “in proprio” (quindi senza indicare le consorziate esecutrici); mentre dovrà indicare una delle altre “forme riunite” previste dal sistema, nel caso in cui si partecipi alla procedura, indicando le consorziate esecutrici” (ad esempio, come R.T.I. già costituito).
 
In sintesi, dunque, se partecipa “in proprio”, è come se fosse singolo; nel caso partecipi “per conto delle consorziate esecutrici”, dovrà indicare la forma riunita.