Fondazione Teatro alla Scala
Pubblica amministrazione

PROCEDURA APERTA TELEMATICA EX ARTT. 54, 58 E 60 DEL D.LGS. N. 50/2016 PER L’AFFIDAMENTO DELL'ACCORDO QUADRO RELATIVO AL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER CARICO/SCARICO E MOVIMENTAZIONE DI MATERIALE SCENICO ED ALTRO TRA LE VARIE SEDI DELLA FONDAZIONE.

Oggetto: PROCEDURA APERTA TELEMATICA EX ARTT. 54, 58 E 60 DEL D.LGS. N. 50/2016 PER L’AFFIDAMENTO DELL'ACCORDO QUADRO RELATIVO AL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER CARICO/SCARICO E MOVIMENTAZIONE DI MATERIALE SCENICO ED ALTRO TRA LE VARIE SEDI DELLA FONDAZIONE.
Tipo di fornitura:
  • Servizi
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di valutazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 1.937.592,00
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 1.934.192,00
Oneri Sicurezza (Iva esclusa): € 3.400,00
CIG: 88550255CB
Stato: In svolgimento
Centro di costo: Direzione Allest.Scenici
Data pubblicazione: 11 agosto 2021 12:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 09 settembre 2021 18:00:00
Data scadenza: 16 settembre 2021 18:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • DGUE_ALLEGATO B
  • MODELLO 1) ISTANZA PARTECIPAZIONE
  • MODELLO 2) DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE (2)
  • Documento di Identità
  • Contributo ANAC
  • Cauzione - Fidejussione + eventuale Certificazione
  • Eventuale - Ulteriori documenti integrativi
  • PassOE
  • Modello 5) dichiarazione_imposta_di_bollo (1)
  • Eventuale - MODELLO 3) Avvalimento_dichiarazioni integrative impresa ausiliaria (2)
  • CAPITOLATO SPECIALE D’APPALTO sottoscritto digitalmente dal Concorrente per accettazione.
  • ATTESTAZIONE DI AVVENUTO SOPRALLUOGO rilasciata dalla Stazione Appaltante e sottoscritta digitalmente dal Concorrente.

Elenco chiarimenti

Chiarimento n. 1

Domanda:

ID 108 - QUESITO 4 In riferimento ai requisiti di capacità tecnico-professionale, descritti nel Disciplinare, paragrafo 6.3,lettera E) 1; p.8, il servizio di facchinaggio può essere riferito anche al mondo del cinema e della televisione? La comprova può essere anche rappresentata da un ordine e relative fatture oppure deve essere un contratto vero e proprio? 

Risposta:

Con riferimento a quanto richiesto, si fa presente che il servizio di facchinaggio può essere riferito anche al mondo del cinema e della televisione, in quanto “similare” a quanto indicato al par. 6.3, lettera E-1). La comprova del possesso del requisito - richiesta al solo aggiudicatario in sede di comprova dei requisiti auto dichiarati - può essere effettuata tramite fatture quietanzate che derivino da un contratto, ordine di servizio, lettera d’incarico, ecc..

Chiarimento n. 2

Domanda:

ID 109 - Relativamente al requisito di capacità tecnica-professionale di cui al punto III.1.3, si chiede di chiarire se possono considerarsi come "similari" a servizi svolti presso teatri, musei, mostre e fiere, anche quei servizi di facchinaggio svolti per eventi. Nel caso di risposta affermativa, il contratto per lo svolgimento del servizio, deve avere una durata minima?

Risposta:

In riscontro a quanto richiesto, vedasi risposta precedente.

Si tenga conto che, secondo quanto indicato all’articolo 1 del Capitolato Speciale d’Appalto, il servizio consiste in operazioni di carico/scarico, movimentazione e posizionamento soprattutto di materiale SCENOTECNICO, ARREDI E ATTREZZATURE VARIE, che potrebbero riguardare anche scenografie di particolare fattura artigianale e pregio artistico, per cui la locuzione “Eventi”, potrebbe apparire piuttosto generica. Non è richiesto che Il contratto di servizio debba avere una durata minima. 

Chiarimento n. 3

Domanda:

ID 107

QUESITO 1 In merito al requisito di capacità economico finanziaria, descritto nel Disciplinare, paragrafo 6.2, lettera D), p.7 il fatturato specifico annuo è riferito al solo settore teatrale, museale o simili oppure anche al settore generico del facchinaggio?

QUESITO 2 In merito ai requisiti di capacità tecnico-professionale, descritti nel Disciplinare, paragrafo 6.3, lettera E) 1, p. 8 e successivo paragrafo sulle Indicazioni per i raggruppamenti temporanei, si segnala che nel Disciplinare il requisito di cui al precedente punto 6.3, lettera E) 1 è indicato che tale requisito deve essere posseduto per intero dalla mandataria oppure per intero da una della mandanti, mentre nel Bando, Paragrafo III, 1.3, p. 4 specifica che tale requisito debba essere posseduto per intero solo dalla mandataria. Pertanto si chiede quale sia la risposta corretta.

QUESITO 3 In riferimento ai requisiti di capacità tecnico-professionale, descritti nel Disciplinare, paragrafo 6.3,lettera F), p.8, è possibile fare avvalimento sulle Certificazioni ISO sui componenti interni dell’ATI oppure, come sottolineato, è tassativo che tutti i componenti dell’ATI debbano averne possesso? È possibile fare avvalimento su società esterna all’ATI per tali certificazioni? 

Risposta:

In riscontro a quanto richiesto, si comunica quanto segue.

RISPOSTA QUESITO 1: In merito al requisito di capacità economica-finanziaria, il fatturato specifico richiesto non fa alcun riferimento ad un settore specifico come quanto indicato nel successivo paragrafo 6.3, ragion per cui il settore di riferimento per il requisito economico è quello “generico” di attività oggetto dell’appalto, ovvero il servizio di facchinaggio.

RISPOSTA QUESITO 2: Con riferimento al quesito posto, si fa presente che la parte corretta è quella riferita a quanto indicato nel Disciplinare di gara al paragrafo 6.4 di pag. 8, primo capoverso. Ciò che è stato riportato nel Bando di gara riguarda un mero refuso in quanto, nella trascrizione, non è stata riportata la parte finale presente nel Disciplinare di gara.

RISPOSTA QUESITO 3: Per quanto concerne il requisito di cui al paragrafo 6.3, lettera F) del Disciplinare, tutti i componenti facenti parte dell’ATI devono essere in possesso del requisito richiesto; è possibile far ricorso all’avvalimento del requisito mancante facendo ricorso esclusivamente ad un operatore economico esterno all’ATI, secondo i requisiti di cui all’art. 89 del D. Lgs. n. 50/2016. 

Chiarimento n. 4

Domanda:

ID 110 - Ai fini del soddisfacimento del requisito richiesto al Punto 6.3. lett. E1) "aver eseguito con buon esito, negli ultimi 3 anni almeno 1 servizio di "facchinaggio presso teatri, musei, mostre, fiere e similari", si chiede se possa considerarsi ammesso e idoneo un contratto in cui sia previsto il servizio svolto presso un Quartiere Fieristico con attività di facchinaggio di qualsiasi genere e natura in occasione di fiere ed eventi in generale.

Risposta:

Per il riscontro a quanto richiesto, si rinvia alla risposta ID 109.

Chiarimento n. 5

Domanda:

ID 112 - Si fa presente che nella tabella dei criteri di valutazione dell'offerta tecnica (disciplinare di gara), nella sezione A) e B), vengono menzionati 2 punti identici, ovvero punto A.6) e B.3). Si prega cortesemente di ricevere spiegazioni in merito.

Risposta:

In riscontro alla richiesta trasmessa, si fa presente che la specifica di cui all’art. 16. Criteri di aggiudicazione del Disciplinare di gara relativa alla "Breve descrizione su strumenti e attrezzature nella disponibilità piena dell’Offerente, che saranno impiegati per erogare i servizi e le prestazioni di cui alla presente gara. (a titolo esemplificativo, carrelli, cassette utensili, transpallet manuali, pedane, etc..) " è duplice in quanto si riferisce a due ambiti di valutazione distinti, ovvero, a due sub-criteri differenti. Infatti, nel caso del sub-criterio A.6), la specifica si riferisce al criterio A) METODOLOGIE OPERATIVE E SISTEMA ORGANIZZATIVO PER L’ESECUZIONE DEL SERVIZIO, mentre nel caso del sub-criterio B.3), l’ambito di valutazione, ovvero il criterio di riferimento, è il B) SICUREZZA - FORMAZIONE SPECIFICA DEL PERSONALE. 

Chiarimento n. 6

Domanda:

ID 111 - Si richiede appuntamento per effettuare formale sopralluogo al fine di partecipare alla presente procedura di gara.

Risposta:

In riscontro alla richiesta trasmessa, si rinvia all'art. 11. Prescrizioni inerenti al sopralluogo obbligatorio a norma del quale “L’impresa partecipante, su appuntamento, ha l’obbligo di recarsi preventivamente a visitare ed esaminare attentamente i locali, le attrezzature, nonché tutte le circostanze e condizioni dei luoghi in quanto influenti sul servizio fornito previo contatto con l’ufficio competente (allestimento.scenico@fondazionelascala.it – all’att.ne del sig. Ruggero Bellini). L’attestato di avvenuto sopralluogo, rilasciato dal competente ufficio, dovrà essere allegato alla documentazione da caricare in sede di gara. Il sopralluogo potrà essere effettuato fino a giorni 10 prima del termine di scadenza delle offerte. [...]” .

Chiarimento n. 7

Domanda:

ID 113 - RICHIESTA SOPRALLUOGO In riferimento alla procedura in oggetto, siamo a richiedere di poter effettuare i sopralluoghi obbligatori c/o le aree interessate dal servizio. Le persone incaricate, in forma congiunta e/o disgiunta sono i Signori [...]

Risposta:

In riscontro alla richiesta trasmessa, vedasi risposta ID 111, in particolare con rinvio all'art. 11. del Disciplinare di gara “Prescrizioni inerenti al sopralluogo obbligatorio”, a norma del quale, in particolare, “l’impresa partecipante, su appuntamento, ha l’obbligo di recarsi preventivamente a visitare ed esaminare attentamente i locali, le attrezzature, nonché tutte le circostanze e condizioni dei luoghi in quanto influenti sul servizio fornito previo contatto con l’ufficio competente (allestimento.scenico@fondazionelascala.it – all’att.ne del sig. Ruggero Bellini). L’attestato di avvenuto sopralluogo, rilasciato dal competente ufficio, dovrà essere allegato alla documentazione da caricare in sede di gara. Il sopralluogo potrà essere effettuato fino a giorni 10 prima del termine di scadenza delle offerte.”

Si rinvia altresì al medesimo art. 11 con riferimento specifico alla disciplina inerente all'ipotesi di partecipazione alla procedura di gara in forma associata e/o consortile ed all'espletamento del relativo sopralluogo. 

Chiarimento n. 8

Domanda:

ID 114 - Si chiede se, in caso di partecipazione in Raggruppamento Temporaneo di Impresa non ancora costituito, l'Imposta di bollo da applicare alla Domanda di Partecipazione Modello 1, debba essere assolta solo dalla Mandataria oppure anche dalle Mandanti che compilano distintamente il Modello 1.

Risposta:

Si conferma che l'imposta di bollo deve essere assolta soltanto dalla Mandataria, in quanto riferita alla domanda che, anche se presentata con la debita sottoscrizione di tutti i soggetti facenti parte del raggruppamento, rimane formalmente unica.

Chiarimento n. 9

Domanda:

ID 106 - In merito ai requisiti di partecipazione economici-finanziari e tecnico-professionali siamo a chiedere se il fatturato specifico di € 750.000 nel triennio 2018-2020 e il numero medio di operatori pari a 30 debbano essere posseduti ogni singolo anno oppure è sufficiente che siano stati posseduti almeno una volta nell'arco del triennio.

Inoltre volevamo ricevere maggiori informazioni sul personale soggetto alla clausola sociale: numero di dipendenti, CCNL applicato, livello di inquadramento. 

Risposta:

Il fatturato specifico così come indicato nella documentazione di gara è riferito ad ogni singolo anno riferito agli ultimi tre esercizi finanziari approvati e disponibili; per quanto concerne il numero medio dei dipendenti, non è stato indicato un arco temporale di riferimento, ma è stato richiesto un numero annuo che nella descrizione è sicuramente riferito al singolo anno (ad esempio mese di agosto 2021 - mese di agosto 2020, numero medio dei dipendenti pari a 30 unità).

In merito al personale soggetto alla clausola sociale, vedasi documento pubblicato “Organico uscente per i servizi a chiamata”.

Chiarimento n. 10

Domanda:

ID 115

1. Nel disciplinare, al par.14 - contenuto della busta “B” – offerta tecnica si richiede un progetto di riassorbimento del personale ma non è presente nella documentazione di gara l’elenco del personale uscente. Si richiede la pubblicazione dell’elenco, anche nel rispetto della clausola sociale.

2. Nel modello di offerta economica (modello 5) si chiede conferma che si debba inserire uno sconto percentuale sull’importo orario a base di gara.

3. Si chiede conferma che gli attestati dei corsi di formazione da produrre (punto B.1 della tabella dei criteri di valutazione dell’offerta economica) riguardino esclusivamente il personale dell’operatore economico e non dell’organico attualmente operante in appalto.

Risposta:

1. Vedasi documento pubblicato “Organico uscente per i servizi a chiamata”.

2. Si conferma che deve essere indicato lo sconto percentuale sull'importo orario, così come richiesto nel Disciplinare di gara [il modello n. 5 offerta economica è stato aggiornato in coerenza con il Disciplinare come da documento "MODELLO 4) offerta economica_aggiornato"].

3. Si conferma che, in merito al criterio B.1), verrà valutata la formazione specifica del personale in organico dell'operatore economico concorrente e non già del personale eventualmente assorbito a seguito dell'applicazione della clausola sociale. 

Chiarimento n. 11

Domanda:

ID 117 - In merito ai requisiti di partecipazione economici-finanziari e tecnico-professionali siamo a chiedere se il fatturato specifico di € 750.000 nel triennio 2018-2020 e il numero medio di operatori pari a 30 debbano essere posseduti ogni singolo anno oppure è sufficiente che siano stati posseduti almeno una volta nell'arco del triennio.

Inoltre volevamo ricevere maggiori informazioni sul personale soggetto alla clausola sociale: numero di dipendenti, CCNL applicato, livello di inquadramento.

Risposta:

Vedasi risposte ID 106. 

Chiarimento n. 12

Domanda:

ID 118 - Si prenda in esame la Tabella dei criteri di valutazione dell’offerta tecnica, ART 16 del Disciplinare di gara:

• in riferimento al criterio A.7) chiediamo di specificare cosa si intende con “breve presentazione del sistema (max 5 pagine)”, se possiamo aggiungere una breve Relazione sul sistema web-based, di lunghezza massima 5 pagine, in aggiunta al Progetto Tecnico di lunghezza 20 facciate, per un totale di 25 facciate, oppure se intendete ricevere in allegato una brochure/scheda tecnica della Piattaforma web-based;

• in riferimento al criterio B.3) chiediamo se l’indicazione “max 1 pagina”, sia refuso oppure se tale indicazione debba essere considerata nel computo delle 20 facciate o altrimenti come allegato. 

Risposta:

In riscontro alla richiesta trasmessa, si comunica quanto segue.

In riferimento al criterio A7: si specifica che per presentazione si intende un allegato tecnico (scheda tecnica/grafica) che illustri le funzioni salienti relative al funzionamento della piattaforma, in particolare per dati sul personale /procedura richiesta dei servizi / elaborazione della reportistica e della consuntivazione dei servizi da personalizzare in coerenza con l’attività descritta dal Capitolato. Trattandosi di un allegato tecnico è da considerarsi in aggiunta alle 20 facciate.

In riferimento al criterio B3: l’indicazione richiesta deve essere considerata nel computo delle 20 facciate. 

Chiarimento n. 13

Domanda:

ID 119 - In merito al Progetto di riassorbimento del personale da inserire nell'offerta tecnica chiediamo l'elenco del personale con, in dettaglio, le seguenti informazioni: - n. addetti; - CCNL applicato; - part-time o full time; - monte ore settimanale; - livello; - scatti di anzianità; - modalità contrattuale (determinato/indeterminato). Inoltre, chiediamo il nominativo della società uscente. 

Risposta:

Si rinvia al documento pubblicato “Organico uscente per i servizi a chiamata”. 

Chiarimento n. 14

Domanda:

ID 123 - S chiede se tra le attività oggetto di gara è presente anche il montaggio e smontaggio del materiale scenografico. 

Risposta:

In riscontro alla richiesta trasmessa, si rinvia a quanto previsto dagli atti di gara..

Chiarimento n. 15

Domanda:

ID 124 - In riferimento al requisito di capacità economico finanziaria (i fatturati e i contratti devono già essere esplicitati in dettaglio nel DGUE), è possibile anche considerare contratti, ordini, fatture che comprendono traslochi, movimentazioni varie, montaggi/smontaggi arredi e simili, senza che sia indicato il termine facchinaggio, pur avendo svolto all’interno della commessa anche tale servizio, oppure deve esserci descritto tassativamente questo termine? 

Risposta:

In merito al requisito di capacità economico-finanziaria di cui al punto 6.2) del Disciplinare di gara, si precisa che il fatturato specifico è riferito al settore di attività oggetto dell'appalto, ricomprendendo dunque una casistica piuttosto ampia; ragion per cui possono essere ricompresi anche tali tipologie di servizi. 

Chiarimento n. 16

Domanda:

ID 125 - Si chiede se per il requisito indicato al paragrafo 6.3.E.1 "aver eseguito con buon esito 1 servizio di facchinaggio presso teatri, musei ect." bisogna tenere conto del triennio antecedente quindi anni 2018-2020 o viceversa bisogna tenere conto del triennio antecedente la pubblicazione quindi da agosto 2018 a luglio 2021.

Risposta:

Si conferma quanto previsto dall’art.6.3 E.1) del Disciplinare di gara, a norma del quale “è richiesto di aver eseguito con buon esito, negli ultimi tre anni dalla data di pubblicazione del presente Bando”. 

Chiarimento n. 17

Domanda:

ID 129 - Si richiedono i seguenti chiarimenti:

1) In merito al subcriterio B.1) riportato al Disciplinare di Gara pagina 31, si chiede di trasmettere per intero la specifica del sub-criterio in quanto risulta troncata la seguente frase: “[…] in particolare al possesso di certificati, attestati di***”.

2) In relazione a quanto richiesto al suddetto subcriterio B.1) “[…] formazione specifica del personale in organico all’offerente”, per “personale in organico” si intendono operatori già in essere all’offerente o addetti da assorbire nel rispetto della clausola sociale?

3) Nel caso in cui per i suddetti operatori si intendano quelli già in organico all’offerente, ciò risulterebbe in contrasto con quanto riportato all’art.17.2 “Clausola Sociale” nel quale si richiede all’offerente di assorbire il personale operante alle dipendenze dell’aggiudicatario uscente, si chiede quindi se l’articolo 17.2 sia un refuso.

4) In merito ai limiti di pagine posti per la stesura della relazione tecnica si chiede se dalle 20 facciate sono esclusi indice e copertina.

Risposta:

Si precisa quanto segue.

1. Al subcriterio B.1) riportato al Disciplinare di Gara, in luogo di “[…] in particolare al possesso di certificati, attestati di” leggasi “[…] in particolare al possesso di certificati, attestati di formazione in materia di movimentazione manuale dei carichi e di uso delle attrezzature (carrelli elevatori, muletti ecc.).” L’inciso non visualizzato nel PDF, ma risultante agli atti, è stato impattato dalle operazioni di impaginazione del file.

2. Si rinvia al riscontro relativo al quesito ID 115, segnatamente al n. 3.

3. Si conferma quanto previsto dall’art. 17.2 - CLAUSOLA SOCIALE del Disciplinare di gara, ai sensi del quale, in particolare: “Al fine di promuovere la stabilità occupazionale nel rispetto dei principi dell'Unione Europea, e ferma restando la necessaria armonizzazione con l'organizzazione dell'operatore economico subentrante e con le esigenze tecnico-organizzative e di manodopera previste nel nuovo contratto, l'aggiudicatario del contratto di appalto è tenuto ad assorbire prioritariamente nel proprio organico il personale già operante alle dipendenze dell'aggiudicatario uscente, come previsto dall'art. 50 del Codice, garantendo l'applicazione dei CCNL di settore, di cui all'art. 51 del D.Lgs. n. 81 del 15 giugno 2015 […]”.

4. Dalle 20 facciate sono esclusi indice e copertina. 

Chiarimento n. 18

Domanda:

ID 131 - In riferimento al punto A.5, numero di ispezioni/controlli a campione, in che modo verrà attribuito il punteggio?

Risposta:

Si rinvia a quanto previsto in merito dal Disciplinare di gara.